HomeTagteatro Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/ynyybyby.jpg

Tutti i miei riflessi erano spenti. Non pensavo affatto a uscire di lì. Lo stupore era tutto quello che restava di me – residuo mortale dopo il naufragio – in quel momento. Tuttavia accesi un altro cerino, per niente; voglio dire, meccanicamente. (Quando la luce si spegne, si accende un cerino, ecco tutto). Alfonso Sastre, Le notti lugubri   Alfonso Sastre fu uno dei drammaturghi più validi ed innovativi della scena spagnola del Dopoguerra, fautore...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/scdadc.jpg

Paola è un’attrice italiana in fuga all’estero che, intervistata da un noto quotidiano, descrive la difficoltà di vivere in Italia facendo teatro: «Che lavoro fai veramente?», le chiedono ancora. A Mosca invece con facilità le si sono aperte le porte di un’accademia che l’ha resa una stimata regista, mentre il circuito italiano è chiuso e inserirsi è sempre più difficile. Si stupiscono i moscoviti della contorta capacità di noi italiani di ostacolare la valorizzazione delle...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/dvddvd.jpg

Nella vita di ogni artista arriva prima o poi il momento in cui le carte sono talmente mescolate da non riuscire più a distinguere un campo di gioco dall’altro, una realtà dalla sua rappresentazione, una verità artistica da una verità sociale. Questo momento è arrivato nel 2009 per Adriana Follieri, regista, autrice, attrice e formatrice teatrale e Davide Scognamiglio – fotografo, light designer e direttore della fotografia – quando hanno unito pratiche, linguaggi, visioni e...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/rtbtrbtrbtr.jpg

Miseria e Nobiltà è una commedia in tre atti scritta in lingua napoletana da Eduardo Scarpetta nel 1887. La trama ruota attorno a un amore diviso da differenze di classe, arricchita da una serie di comici escamotage che scatenano il meccanismo della farsa e della commedia degli equivoci. La felice trasposizione cinematografica del 1954 di Mario Mattoli ha amplificato la fortuna di questa commedia grazie alla memorabile interpretazione di Totò. Luciano Melchionna è un regista...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/fegrwgrew.jpg

Fondatore e direttore del NoGravity Theatre, Emiliano Pellisari è l’outsider della scena contemporanea, emblema di un “modo” teatrale inclassificabile e inclassificato, sperimentatore della tecnica NoGravity da lui stesso creata e brevettata. Il favoloso mondo NoGravity rimanda alla raffigurazione del movimento in assenza di gravità. Musicisti, interpreti, cantori, danzatori, acrobati, pezzi di scenografia, oggetti di scena si librano senza peso in un etere indefinito in cui non esistono direzioni ovvero in cui tutte le direzioni sono...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/700-aziz-acharki-cABs_SSYua0-unsplash.jpg

«Il testo che ho scritto tematizza l’evento concerto in quanto tale. William Shakespeare in persona chiede a Prospero di mettere in scena un concerto basato su musiche tratte dalla sua arte nel corso della storia. Per fare ciò organizza tutto affidando la parte musicale a Prospero e chiedendo ai personaggi dello spettacolo, che sono sue creature, di prendervi parte». Come spiega Mauro Angeloni, scrittore del testo teatrale e corista, William’s stars sarà un concerto non...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/scscssc.jpg

«Una ragazza fenicia scappa dalla città di Tiro, attraversando il deserto fino al suo termine, fino a quando i piedi non riescono più ad andare avanti perché di fronte c’è il mare. Allora incontra un toro bianco, che si piega e la accoglie sul dorso, facendosi barca e solcando il mare, fino a farla approdare a Creta. La ragazza si chiama Europa. Questa è la nostra origine. Siamo figli di una traversata in mare».  ...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/efrgg.jpg

Quando cupi ammassi di nuvole nascondono dalla vista il cielo, quando nell’aria il tuono sparge il brontolio assordante, tutti si sentono giocattoli alla mercé d’un fato non benigno. Ma pure da un cielo interamente sgombro può scaturire un lampo; per questo, persino nei momenti di maggior felicità, devi sempre paventare che la malefica sciagura non ti sia lontana. Non devi attaccarti con tutti i sentimenti ai beni della terra, che sono passegeri! Chi ha, deve...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/dvdvd.jpg

«Sognavo, guardando le luci accese dietro le finestre, ogni volta che camminavo verso casa nel freddo inverno del Nord». Questo il primo ricordo del regista scozzese Matthew Lenton a proposito della nascita dell’opera teatrale Interiors, una creazione originale di Vanishing Point di Glasgow – la compagnia teatrale di cui Lenton è fondatore e direttore artistico – che, a dieci anni dal primo allestimento realizzato per il Napoli Teatro Festival, è tornato in scena con debutto...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/aaadvdv.jpg

La drammaturgia di Natalia Ginzburg è stata oscurata dalla sua ben più nota produzione narrativa. Scrisse ben 11 testi teatrali in un arco di tempo che va dal 1965 al 1991. Fu un approdo tardivo al teatro, giustificato da un certo disagio che la scrittrice avvertiva verso un genere che considerava per lei inadatto. Incise molto anche il pregiudizio, diffuso all’epoca fra gli scrittori italiani, di considerare inferiore il teatro rispetto alla narrativa; la Ginzburg...