HomeTagrubriche Archivi - Pagina 2 di 14 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/sfefewfewfew.jpg

Le leggende narrano le origini divine di Cori, il cui antico nome era Còra (Còre in dialetto corese arcaico), attribuendone alternativamente la fondazione al troiano Dardano, a un re di Alba Longa, a Enea e infine a Corace, da cui il toponimo. Questi fu infatti un sopravvissuto alla guerra di Troia che, sempre secondo la leggenda, giunse nel paese dopo la fine del conflitto riportandolo a nuova vita. Tuttavia, il nome del sito sembra piuttosto...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/dfdfdefeesf-1280x700.jpg

Era il maggio del 1937 quando il pittore spagnolo Pablo Picasso (1881-1973) incominciò a lavorare a una delle opere che lo avrebbe consacrato agli occhi del mondo intero. Terminata in soli due mesi, nel giugno dello stesso anno, Guernica nacque in seguito a un evento che sconvolse la Spagna, all’epoca impegnata nella sanguinosa Guerra Civile che dilaniò il Paese tra il luglio del 1936 e l’aprile del 1939 e che vide coinvolti da un lato...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/fsfefefaewf-1280x700.jpg

Il pittore piemontese Giuseppe Pellizza (1868-1907), detto da Volpedo poiché nato nell’omonimo comune in provincia di Alessandria, fu un noto pittore italiano, esponente dapprima del movimento pittorico divisionista, poi esponente della corrente sociale. Si formò all’Accademia di Belle Arti di Brera, all’Accademia di San Luca e alla scuola libera di nudo all’Accademia di Francia a Villa Medici. Tuttavia, deluso da Roma, si trasferì a Firenze per frequentare l’Accademia di Belle Arti, come allievo di Giovanni...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/vdvdvdvdsv.jpg

In origine intitolato a San Silvestro, il Monastero di Santa Scolastica nel XIV secolo venne dedicato alla sorella di San Benedetto da Norcia (480 ca.-547), da cui la denominazione attuale; sorge accanto a quello di San Clemente, dove dimorava lo stesso Benedetto, e ospita al suo interno l’omonima cattedrale, sede dell’abate ordinario dell’abbazia territoriale di Subiaco. Rispetto al Sacro Speco, collocato più a monte, il monastero di Santa Scolastica è disposto longitudinalmente e parallelamente alla...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/700-ira-selendripity-qUpzRaylopM-unsplash-1.jpg

Il violoncello è uno strumento ad arco con 4 corde: queste sono accordate per quinta (do1, sol1, re2, la2). Appartiene alla famiglia degli strumenti ad arco di cui fanno parte anche il violino, la viola e il contrabbasso.  Nella sua famiglia occupa il posto del tenore o del baritono e vanta un’estensione notevole (dal do1 al mi5). Deriva dalla viola da gamba di registro basso, dalla quale differisce per il minor numero di corde, per...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/dsvdessvg.jpg

Da quasi mille anni il Monastero di San Benedetto o Sacro Speco – così detto in nome della grotta in cui, all’inizio del VI secolo, il giovane San Benedetto da Norcia visse da eremita per tre anni – è considerato la culla della spiritualità benedettina. Definito nel 1461 da papa Pio II un “nido di rondine” per la sua inusuale collocazione, è infatti incastonato nella parete rocciosa dell’impervio Monte Taleo. Sebbene quest’ultimo si trovi a...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/04/700-Schermata-2020-04-28-alle-10.28.32-1280x700.jpg

Primo video di Edito INedito, la rubrica dedicata alla presentazione dei libri delle piccole e medie case editrici che spesso rimangono all’ombra dei grandi colossi. Carmela Mastrangelo, ricercatrice e docente di Indologia presso l’Università di Roma La Sapienza, parla del suo libro “Passaggio in Europa“, edito da Unicopli. Filologa classica di formazione, i suoi interessi spaziano dalla linguistica alla grammatica alla letteratura sanscrita. Con Raffaele Torella ha curato per la Hoepli il “Corso di sanscrito”...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/04/700-heidi-yanulis-jcy3CeU262o-unsplash.png

L’arpa è costituita da una serie di corde di diversa lunghezza, tese secondo una regolare intonazione fra una cassa di risonanza e una mensola, toccate a vuoto col pizzico delle dita o, raramente, con un plettro. É uno strumento antichissimo e la sua origine, rimasta a noi misteriosa, è legata alle leggende. Secondo il mito greco Apollo, sorpreso dal suono emesso dell’arco della sorella Diana, vi aggiunse altre corde ottenendo l’arpa. Un racconto giapponese parla...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/04/zdvdsvs.jpg

Numerose sono le vicende storiche che hanno caratterizzato, nel corso dei secoli, il lembo di terra attraversato dal corso del fiume Aniene. La più antica risale all’imperatore romano Claudio Nerone (56-68 d.C.), il quale riscontrò nella vallata in questione il luogo ideale per erigere una sontuosa villa, che restò di appartenenza imperiale fino al III secolo d.C. Questa, grazie alla prossimità del fiume e grazie alla realizzazione di imponenti ponti-dighe, era dotata di ben tre...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/04/700-unnamed.jpg

Avrebbe dovuto essere l’anno di Raffaelo, questo 2020, iniziato da poco ma da subito presentatosi sotto i peggiori auspici. Urbino e le Marche si sono preparati da mesi all’evento e a Roma, Le scuderie del Quirinale, hanno allestito una mostra che non ha ancora potuto aprire al pubblico. L’artista urbinate morendo nel 1520 non ha avuto modo di vedere lo scempio dei Lanzichenecchi nella Roma che lui aveva abbellito, che aveva ammirato, e che stava...