HomeTagmoda Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/05/qcee.jpg

Paolo Roversi, nato a Ravenna nel 1947, è stato uno dei fotografi italiani più acclamati del mondo. Iniziò a lavorare a soli 17 anni come assistente per un fotografo locale e divenne poi fotoreporter per l’agenzia Associated Press, che gli assegnò il primo importante incarico di documentare il funerale di Ezra Pound a Venezia. Nel frattempo, insieme a un suo amico e collega, aprì nella città natale uno studio fotografico specializzato in ritratti. Fu per...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/05/wfewqfq-1.jpg

L’appropriazione culturale è uno dei temi caldi della moda dell’ultimo decennio e con l’aumento esponenziale nell’uso dei social media sta entrando sempre più spesso nel dibattito pubblico, a tal punto da rendere invisibile la linea che divide questa pratica dalla semplice ispirazione o celebrazione. Con appropriazione culturale si fa riferimento all’utilizzo incontrollato e discriminatorio di elementi appartenenti a culture o religioni, soprattutto perpetrate nei confronti di piccole comunità da parte di quelle maggiori. In un...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/05/ascvasfafw.jpg

Per i conoscitori basterà dire “The first Monday in May”, per i meno esperti “Il superbowl della moda”, per tutti invece è Met Ball (o Galà): comunque la si voglia definire, la raccolta di beneficenza più importante nel settore moda si svolge ogni anno, puntuale come il più preciso degli orologi svizzeri, il primo lunedì di maggio da più di trent’anni. Atteso come i cinefili attendono gli Oscar, come il Natale per i bambini, il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/sacascvasvasdvas.jpg

Il 6 aprile 2019 presso il Victoria and Albert Museum di Londra è stata aperta al pubblico la mostra dedicata esclusivamente a Mary Quant. Fino al 16 febbraio 2020 sarà finalmente possibile vedere coi propri occhi i risultati di un tentativo disperato, quanto efficace, della curatrice Jenni Lister che, con il lancio dell’hashtag #wewantMary, esortava chi avesse ancora dei pezzi della linea della Quant a farsi avanti e a metterli a disposizione del museo per...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/dsvdvdsssvs-1280x700.jpg

A Carrara il dialetto carrarino (o carrarese come dir si voglia) non è soltanto un idioma locale, ma diventa arte. Alessia, Martina, Sofia, Carolina e Carlotta, carrarine diplomate al Liceo Artistico “A. Gentileschi” e laureate all’Accademia di Belle Arti di Firenze, ad agosto 2017 hanno deciso di iniziare a creare shopping bag di tela e t-shirt, illustrando i modi di dire in dialetto (come ad esempio o q’d om cioè o quell’uomo, oppure a’l vorè...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/F44B549E-B769-4E81-9EAD-F5D95C075E03-1-1280x720.jpg

In un periodo storico come questo, in cui i cittadini da ogni parte del mondo costruiscono limiti e barriere, muri e lontananza, è nella moda che si può identificare un faro di salvezza ed umanità. La ricerca della solidarietà, della vicinanza, dell’uguaglianza e della naturalezza diventano i punti cardinali di una strada dedicata a chi fino a ora si è sentito ghettizzato, diverso. Niente più barriere di genere, niente limiti di peso e “supremazia bianca”...