HomeTagcinema americano Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/zxvdvd.jpg

Le nostre anime di notte, film del 2017 diretto dal regista indiano Ritesh Batra e con protagonisti Jane Fonda e Robert Redford, ci insegna che l’amore non smette mai di sbocciare, indipendentemente dall’età delle persone. Il film racconta proprio questo, un amore che nasce tra due pensionati ottantenni, entrambi vedovi e soli da molto tempo, che si ritrovano nei piccoli gesti della quotidianità, da una passeggiata in centro a una cena in un ristorante rinomato....

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/ascscs.jpg

Stardust Memories (1980) è, a oggi, il film probabilmente più controverso di Woody Allen. Idolatrato o bistrattato, ha diviso pubblico e critica sin dalla sua uscita. Quello che a molti fan non era piaciuto era il tono della pellicola, molto più cupo rispetto a quello brillante delle commedie a cui Allen li aveva abituati durante gli anni ’70. Eppure già con Interiors (1978) e Manhattan (1979) aveva intrapreso un discorso di tipo decisamente più esistenziale....

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/asswfwqfq.jpg

Quelli tra la metà dei ’60 e la fine dei ’70 sono stati acclamati come anni d’oro per la cinematografia americana. In un periodo di crisi – dovuto soprattutto all’avvento della TV – i produttori avevano scelto di rischiare e puntare su quei giovani cineasti che, ispirandosi al cinema europeo e agli accadimenti sociali e politici che li circondavano, costituivano vere e proprie sorgenti inesauribili di idee. Molti individuano ne Il laureato (The Graduate, 1967)...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/afeesess.jpg

L’anno prossimo il film Pretty Woman festeggerà i trent’anni dall’uscita nelle sale. Era infatti il 23 marzo 1990 quando questa commedia romantica veniva proposta per la prima volta al pubblico e da allora non ha mai smesso di raccogliere consensi. Considerato da sempre, sia dal pubblico sia dalla critica, la commedia romantica per eccellenza, un vero e proprio cult, il film porta con sé tanti aneddoti e curiosità. Girato con un budget di 14 milioni...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/ascscs.jpg

Negli anni ’40 Maya Deren è una giovane pioniera del cinema d’avanguardia. Fa un uso particolare della danza in un periodo in cui a Hollywood si realizzano film narrativi e molto parlati. È interessante comprendere perché Jonh Martin, critico del New York Times e teorico della modern dance, definì i suoi lavori «Choreocinema». L’analisi del film A Study in Choreography for Camera del 1945 ci può aiutare a mettere in luce come cinema e danza...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/dfreref.jpg

Los Angeles, 4 marzo 2018, Notte degli Oscar. Per gli appassionati di cinema è un’intensa e lunga nottata. Si fa aspettare il premio per il Miglior film che, come di regola, viene assegnato per ultimo. Guillermo del Toro ha già agguantato la statuetta per il Miglior regista. Sale l’attesa, si incrociano le dita. È il momento. L’Oscar al Miglior film lo vince The shape of water. E giustamente, aggiungo. Durante il discorso di ringraziamento, del...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/scasfa.jpg

Nell’inverno del 1977 Nicholas Ray registrò alcune delle lezioni che teneva presso la New York University e il Lee Strasberg Institute perché era convinto che riascoltando le sessioni di lavoro con i suoi studenti sarebbe riuscito a capire il senso di quella esperienza. Aveva 66 anni, quaranta dei quali dedicati al mondo dello spettacolo, e una ventina di lungometraggi all’attivo come regista. Eppure si domandava ancora se ciò che aveva da dire fosse importante. «Credo...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/sacasa.jpg

«Quando ho compiuto 40 anni, mi è stata offerta la parte della strega in un film, per ben tre volte. In un solo anno tre offerte sempre uguali. Sentivo che mi stava arrivando un segnale su Hollywood e le persone quarantenni nell’industria cinematografica. Seguendo il mio istinto ho deciso che non avrei accettato quei ruoli». Così diceva Meryl Streep nel 2015 in una puntata del talk inglese The Graham Norton Show. E possiamo affermare che...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/efewf-1280x700.jpg

In psicologia il gaslighting è una forma di violenza consistente nella perpetuazione di piccoli atti subdoli e menzogne ai danni di una vittima, con lo scopo di portarla a dubitare della propria memoria e sanità mentale. Il termine ha origine in ambito teatrale: nel 1938, il drammaturgo inglese Patrick Hamilton aveva portato in scena Gas Light, e nel 1940 l’opera era stata ripresa dal regista inglese Thorold Dickinson con il film Gaslight. La versione più...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/csvfs.jpg

Uscito nelle sale italiane lo scorso 22 maggio, Aladdin ci racconta in live-action il grande classico della Disney del 1992. Il film ha riscosso notevole successo di pubblico, confermato dagli incassi record e dall’apprezzamento della critica. La pellicola rimane fedele al cartone animato del 1992, ma con una differenza sostanziale. In entrambi i film la principessa Jasmine, per legge, deve sposare un re in modo da poter diventare regina e generare un erede al trono....