HomeTagcinema americano Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/efefefewf.jpg

«Ho sempre creduto che la mia vita fosse una tragedia, invece era una fottuta commedia». Con queste parole Arthur Fleck aka Joker prende effettivamente coscienza della sua condizione, abbraccia il suo essere malato e al tempo stesso incompreso e, dunque, si rifugia nella follia. Molto si è detto sul film di Todd Phillips uscito nelle sale a inizio ottobre, in questo articolo cerchiamo di tirare le somme di un lungometraggio complesso come Joker. Indubbiamente, da...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/scwfefefe-1280x700.jpg

È il 2 ottobre 1988 quando il motore di un Boeing, apparso dal nulla, precipita su casa Darko, segnando per sempre le vite dei cittadini di Middlesex. È il 19 gennaio 2001 quando Donnie Darko, dalla mente del regista vestiseienne Richard Kelly, piomba sulla scena cinematografica e nelle vite di molti adolescenti, diventando – quasi – immediatamente un cult generazionale. In particolar modo, quelle persone nate tra la fine degli anni ’80 e inizi ’90...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/dwwwdwqd.jpg

«Non guardo i film della Marvel. Ci ho provato, ma non è cinema. Onestamente, la cosa più vicina a quei film, per quanto siano fatti bene e abbiano attori che fanno del loro meglio viste le circostanze, sono i parchi a tema. Non è un cinema di esseri umani che cercano di veicolare esperienze emotive e psicologiche ad altri esseri umani». Parole dure, una posizione molto netta. Questo giudizio viene dalla bocca di Martin Scorsese,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/eaeefefe.jpg

Isteria di massa. Questo il termine con il quale si può definire l’uscita in sala di Joker, film diretto da Todd Phillips e interpretato dal fenomeno del momento Joaquin Phoenix. Il pubblico e gran parte della critica lo hanno innalzato a film-monumento. C’è chi lo definisce capolavoro, altri ancora che già lo vedono vincitore del premio più importante del settore. Perfino chi afferma che è un film da manuale di storia del cinema. Sembra che...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/vdvdvdvd-1280x700.jpg

«L’intera vita di una donna, in un giorno. Un solo giorno. E in quel giorno, tutta la sua vita». The Hours di Stephen Daldry (2002) traduce in immagini il romanzo vincitore del Premio Pulitzer Le ore (1999) di Michael Cunningham, descrivendo con raffinatezza e intimità una giornata di tre donne, appartenenti a tre epoche diverse ma accomunate dagli stessi tormenti, frustrazioni, insicurezze e da un filo rosso che accompagna le loro vite e la continuità...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/cdvdvdd-1280x700.jpg

Il cinema classico è difficile da inserire in un preciso periodo storico. Per molti è quel cinema che si forma direttamente dopo l’avvento del sonoro (dal 1927 in poi, dopo l’uscita nelle sale de Il cantante di jazz di Alan Crosland). Altri lo fanno coincidere con l’avvento di narrazioni complesse all’interno delle pellicole cinematografiche (approssimativamente dal 1915 in poi). Altri ancora indicano il “vero classico” come qualcosa che si sviluppa negli anni Trenta del Novecento,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/acvdvdd-1280x700.jpg

Tanto si è già detto sul nono film di Quentin Tarantino C’era una volta… a Hollywood. Critica e pubblico si sono divisi tra chi ha amato il nuovo lavoro del regista americano e chi, invece, l’ha bocciato sonoramente. E sai che novità, verrebbe da dire, Tarantino ha sempre diviso le masse. O lo ami o lo odi si è sempre detto. Eppure per questo film bisogna fare un’eccezione. Chi scrive è una grande fan di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/dvdvdsvdsv-1280x700.jpg

Attenzione: se non avete ancora avuto l’occasione di vedere C’era una volta a… Hollywood, vi invitiamo a desistere dal continuare la lettura, in quanto sono presenti alcune anticipazioni riguardanti le vicende narrate che potrebbero rovinare la vostra prima visione. 1969. Un anno che difficilmente può essere cancellato dalla storia collettiva contemporanea. È l’anno dell’allunaggio. L’anno dell’inizio del mandato Nixon. L’anno del primo volo Concorde. L’anno di Easy Rider. L’anno di Woodstock. Ma anche l’anno del...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/wegrgrhger.jpg

Il Re Leone è uscito nelle sale italiane lo scorso 21 agosto e ancora se ne parla. Il dibattito, in realtà, si è acceso ben tre anni fa, quando era stata annunciata ufficialmente la produzione di un remake del grande classico della Disney del 1994. La domanda era sempre quella: è giusto riproporre una pietra miliare del cinema, per di più con l’utilizzo della tecnologia e della cgi? Il pubblico, nemmeno a dirlo, si è...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/dvdsvadv-1280x700.jpg

Immaginate. Immaginate di avere quattordici anni. Immaginate di esservi appena trasferiti in una sperduta cittadina del Montana insieme ai vostri genitori. Immaginate di essere felici di ciò che avete. Immaginate di guardare i vostri genitori battibeccare dolcemente. Di vederli con il sorriso. Immaginate che quei sorrisi scompaiano di colpo. Immaginate che i due pilastri che vi sorreggevano si dividano, lasciandovi a terra e costringendovi a sostenervi con le vostre deboli gambe, troppo giovani per reggere...