HomeCategoryPrimo Piano Archivi - Pagina 2 di 36 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/dvdvdvd-1.jpg

Palazzo Strozzi accoglie dal 28 settembre 2019 al 12 gennaio 2020 la creativa Natalia Goncharova, firma talentuosa dell’avanguardia russa. Firenze celebra un’artista innovativa e vivace che si è imposta al mondo nel Novecento come pittrice, attrice cinematografica, scenografa e costumista donando alla sua arte un linguaggio riconoscibile e personale. Protagonista di eventi straordinari, è la prima donna a dipingere nudi ed è costretta a subire la censura da parte della Chiesa per le opere a...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/dsvssees.jpg

Meglio noto come lo “007 dell’arte italiana”, Rodolfo Siviero (Guardistallo, 24 dicembre 1911 – Firenze, 26 ottobre 1983) dedicò la sua vita al recupero e alla restituzione delle opere d’arte italiane razziate dai nazisti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, la sua fama non deriva solo dal fatto di esser stato il “Monuments Man italiano” più celebre della storia: questo personaggio controverso si distinse altresì come spia e agente segreto. La sua “carriera” in...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/asfsafasf.jpg

Non noteremmo un tale fiorellino – Non fosse che riporta All’erba zitto zitto Quel poco che perdemmo di giardino. Così fragrante accenna un sì il garofano – Così ubriaca va sbandando l’ape – Così argentini cento flauti Si spandono da un centinaio d’alberi – Chi vede questo fiorellino Rià l’apparizione Dei bobolink intorno al trono E agli aurei denti di leone.   Emily Dickinson nacque nel 1830 in Massachusetts; suo padre era un facoltoso avvocato...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/dvdd.jpg

A volte la violenza non è una scelta. Un cane, se allevato con aggressività, può uccidere una persona. O sfigurare un bambino. Quando si cresce in miserevoli contesti, spesso la violenza è l’unica via di fuga. Un meccanismo volto a smorzare, anche solo per un attimo, l’assordante silenzio della solitudine. Nel sangue di Joseph (Peter Mullan) scorrono alcol e violenza. Una rabbia incontrollabile verso il mondo: i ragazzi sboccati al pub, i proprietari pakistani di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/cdda.jpg

L’arte ha da sempre l’indiscutibile capacità di comunicare attraverso un linguaggio che apre le porte ad infinite interpretazioni e traduzioni; un idioma mutevole e plasmabile alle esigenze di chi osserva: un volto, un paesaggio, una scritta che portano con sé infinite verità e doti persuasive che involontariamente condizionano più persone di quante sia in grado di fare un esperto oratore. Oggigiorno ci nutriamo di immagini sotto ogni punto di vista: socialmente, spiritualmente e politicamente il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/ascvasves.jpg

Avrebbe compiuto 91 anni fra qualche giorno Luciano De Crescenzo, l’eclettico ed infaticabile scrittore napoletano che ha saputo conquistare il cuore e le “menti” di parecchi italiani. Che dire di Luciano? Ha fatto di tutto, infondendo il suo modo di intendere la vita in ogni settore in cui si è affacciato. A tanti capita di svolgere, per necessità o passione, diverse attività prima di approdare a quella che sarà la professione definitiva e così può...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/scdvadvd-1280x700.jpg

Quest’estate a Castrovillari, in Calabria, in occasione della 34esima Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino è possibile assistere all’esibizione del gruppo Illari proveniente da Huachocolpa in Perù. Formatosi nel 2015, questo gruppo si cimenta in una particolare danza tradizionale delle Ande chiamata “danza delle forbici”. La danza delle forbici ha origine lontane, esisteva ancora prima della colonizzazione spagnola ma solo dopo questo evento ha subito alcune trasformazioni significative come l’introduzione di un...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/wevevew.jpg

Ha debuttato il 24 Luglio al Premio Massimo Troisi di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, l’ultima commedia scritta e diretta da Eduardo Tartaglia, Quanto spazio tra di noi, interpretato insieme a Veronica Mazza, con Helen Tesfazghi, Ernesto Mahieux, Ivan Castiglione, Ernesto Lama e, per la prima volta in scena, la giovane Amalia Tartaglia. Veterano della narrazione, Eduardo Tartaglia porta in scena dal 1995 un vasto repertorio che lo vede protagonista in qualità...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/vadvsvs.jpg

Nativo di Fabriano, del 1929, Giuseppe Uncini è un artista diverso, che si distingue dalla massa. Nella sua espressione artistica mostra un uso piuttosto singolare della materia, sia sotto il profilo pratico, sia per quel che riguarda l’estetica che è alla base delle sue opere. Servendosi nelle sue sculture del cemento armato e in alcuni casi della carta, egli mira alla realizzazione di una ricerca delle origini, perseguita dall’uso di linee libere, attraverso le quali...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/vdgvswsw.jpg

La fotografia è una forma d’arte che permette di racchiudere in un solo semplice scatto una storia che non si ripeterà mai più; un attimo impresso sulla pellicola in grado di raccontare per sempre un particolare di vita di una persona: la risata di una giovane coppia, le lacrime di un padre, le proteste di una generazione. Una cassa di risonanza sul tempo che a volte è in grado di diventare portavoce di coloro che...