HomeCategoryLetteratura Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/zcdvdfsbs.jpg

Sui giri di valzer cui stiamo assistendo negli ultimi periodi, stando a quanto ci raccontano i quotidiani mezzi di informazione, è difficile talvolta mantenere o trovare una certa stabilità, una ferma posizione. Nel bailamme generale, tuttavia, abbiamo un’ottima alternativa, un’arma che risulta essere sempre vincente per meglio affrontare e sciogliere le tensioni: la satira, la sana e vecchia satira che, fin dall’antichità, si avvale dell’ironia, del sarcasmo, dell’umorismo e del comico per descrivere la realtà...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/08/4y4ry4rysw4y.jpg

«In fair Verona» – «nella bella Verona» – è la città in cui è ambientato uno dei drammi più amati di tutti i tempi. Gli «star-cross’d lovers» («amanti sfortunati») più famosi del mondo continuano con la loro triste storia a incantare i lettori e gli spettatori e sono per questo divenuti l’emblema del sentimento amoroso. Ma cosa giace alle origini di questa che viene definita dal suo titolo per esteso un’«eccellentissima e tristissima tragedia»? Il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/dwgrgrger.jpg

Era il 1851 quando, dalla penna di Herman Melville, uscì il romanzo Moby Dick. All’epoca l’opera fu duramente respinta dal pubblico e presto dimenticata, ma colui che con Hawthorne, Emerson e Whitman diede vita a un nuovo movimento letterario, il Rinascimento americano, morì quasi del tutto sconosciuto per poi essere apprezzato nella sua grandezza solo nel Novecento. Moby Dick è il racconto di una caccia alla balena e ha un significato fortemente simbolico: rappresenta, infatti,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/hdtrhhe-1280x700.jpg

Fondatore del Manifesto del Futurismo, in cui espose i principi ispiratori del movimento, Filippo Tommaso Marinetti scelse un prestigioso giornale parigino, Le Figaro, per suggellare l’atto ufficiale della fondazione del gruppo. Il rifiuto radicale del passato e la proiezione verso una cultura profondamente rinnovata sono i due elementi principali che racchiudono tutta una serie di procedimenti della scrittura letteraria, al punto da trasformarli in un vero e proprio genere. Si tratta di un progetto di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/08/34t34t34t34t34yt34.jpg

Una frase di Rita Levi Montalcini sembra essere in perfetta sintonia con i versi di uno dei poeti più importanti del Novecento: «Meglio aggiungere vita ai giorni che non giorni alla vita». Umberto Saba, infatti, scrisse proprio di come la vita del poeta abbia, rispetto a quella di «tutti gli uomini», un’essenza diversa, più intensamente vissuta. Lo fece nella poesia intitolata proprio Il poeta, quasi a voler erigere una sorta di definizione su chi sia...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/34t34t34t4.jpg

Simbolo del nuovo movimento estetico, criticato da quanti gli restano estranei, stravagante ed eccentrico, Oscar Wilde diventa presto uno dei personaggi più discussi della capitale inglese, dove si trasferisce dopo la laurea. Amato e odiato, affermò le sue idee sull’importanza del Bello per sfuggire agli orrori della società industriale, recuperando innanzitutto le lezioni del critico d’arte John Ruskin. La sua produzione spazia tra fiabe (Principe felice; Una casa di melograni), racconti (Delitto di Lord Arthur...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/4tw4t4t4t.jpg

La poesia che ha i suoi antecedenti più diretti nel latino – con quel suo vocabolario tutto intriso di vocaboli e di elementi volgari, il cosiddetto latinus grossus – rimanda alla poesia maccheronica anche se, a differenza di quest’ultima, si presenta come un gioco intellettuale sugli errori di grammatica, con l’effetto di una parodia dell’elegante latino classico e umanistico. Esponente rappresentativo di questa singolare forma di letteratura fu Teofilo Folengo. Significativo sarà il suo soggiorno...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/r3tw3tw3tt.jpg

Ho sparso i miei sogni sotto i tuoi piedi, Cammina piano, perché stai camminando sui miei sogni.   Questi due versi racchiudono tutto l’amore che legò William Butler Yeats alla donna che è da sempre stata considerata la sua musa ispiratrice: Maud Gonne, attrice e rivoluzionaria irlandese. E Maud davvero camminò sui sogni di Yeats; anzi, sarebbe forse opportuno – in questo caso – scegliere per il termine utilizzato nel testo originale («tread»), la variante...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/wewetwetw.jpg

Era il 1294. Dopo una “pausa” durata due anni dal soglio pontificio (determinata da pestilenze e vari altri impedimenti al conclave, successivamente alla morte di Niccolò IV nell’aprile 1292), finalmente la Chiesa di Roma eleggeva un nuovo papa: Celestino V, nato Pietro Angelerio, detto da Morrone. Tale Pietro – cresciuto in un’umile famiglia di contadini – non conosceva il latino, era di temperamento mite, di spirito eremitico e di una bontà che poco si addiceva...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/gsge.jpg

Chiunque si aggiri per Campo dei Fiori a Roma non potrà fare a meno di notare come, collocato al centro di essa, vi sia l’imponente monumento dedicato a colui che fu dichiarato un “eretico impenitente” dall’Inquisizione e, come tale, arso sul rogo su questa stessa piazza, il 17 febbraio 1600. I problemi di Giordano Bruno con l’Inquisizione sorsero ben presto, fin da quando – a undici anni – vestì l’abito domenicano e venne redarguito più...