HomeCategoryFotografia Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/wefefewfewf.jpg

La Fondazione Prada di Milano apre le porte all’Intelligenza Artificiale e lo fa attraverso l’alternativo e innovativo punto di vista di Training Humans, la prima mostra interamente dedicata all’esplorazione dei retroscena che compongono il modellamento e il perfezionamento costante di questi dispositivi. Frutto della collaborazione tra la professoressa Kate Crawford e l’artista e ricercatore Trevor Paglen, Training Humans – in esposizione fino al 24 febbraio 2020 – si presenta come un viaggio a ritroso nella...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/vdgvswsw.jpg

La fotografia è una forma d’arte che permette di racchiudere in un solo semplice scatto una storia che non si ripeterà mai più; un attimo impresso sulla pellicola in grado di raccontare per sempre un particolare di vita di una persona: la risata di una giovane coppia, le lacrime di un padre, le proteste di una generazione. Una cassa di risonanza sul tempo che a volte è in grado di diventare portavoce di coloro che...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/sasadvd.jpg

Il poliedrico scrittore inglese John Ruskin definiva le montagne le grandi cattedrali della terra, con i loro portali di roccia, i mosaici di nubi, i cori dei torrenti, gli altari di neve e le volte di porpora scintillanti di stelle. Una descrizione idilliaca ed epifanica che richiama alla mente l’idea delle montagne come di un qualcosa di totalmente esterno alla vita comune degli uomini, una presenza divina sulla Terra che ricorda incessantemente all’uomo la propria...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/scscscsczs.jpg

La poetessa statunitense Maya Angelou affermava che quando una donna lotta per stessa, lotta per tutte le donne. Un grido, una protesta che anche se proveniente da una singola voce può portare con sé il dolore e la rabbia di un’intera comunità discriminata e violata semplicemente per il proprio sesso; un dissenso che in taluni casi è in grado di far nascere un vento di speranza e di forza che permette alle donne di continuare...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/aacaswav.jpg

Il Maxxi celebra fino all’8 settembre Paolo Di Paolo mediante 250 scatti, alcuni inediti, che narrano la storia del’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta. La mostra – Mondo Perduto – ci regala una visione del Bel Paese nel pieno della ricostruzione postbellica, un periodo difficile da vivere e da raccontare attraverso immagini che vedono protagonisti grandi artisti del tempo insieme a persone comuni. Come un grande album di ricordi, la raccolta racchiude in una sola...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/tyhynyye.jpg

Il 2019 è stato un anno indubbiamente contraddistinto da una nuova consapevolezza nei confronti dell’ambiente e di una presa di posizione sempre più forte nei confronti dell’inquinamento di matrice umana; il fenomeno Greta Thunberg e le conseguenti numerose marce per il clima hanno reso un argomento da sempre marginale in un tema cardine su cui discutere e riflettere, con artisti, studenti, attivisti e politici pronti a mettersi in gioco per una nuova eticità. Gange: rivers...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/scsvdvdsv.jpg

Lo Studio di architettura Substratum fino al 10 luglio ospita la mostra Un architetto, uno scultore, tre paesaggi firmata da Giulio Valerio Mancini. Architetto e artista, Mancini affianca al suo lavoro una ricerca personale. Coltiva da sempre la passione per la fotografia e sceglie di focalizzare l’attenzione sui dettagli. Troviamo così all’interno del lavoro della palazzina del Girasole una serie di scatti incentrati su elementi architettonici quali finestre e scale. In un intrigante gioco di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/trjtyu.jpg

Fino al 28 luglio la personale Paradise Garage di Jeff Bark è in mostra al Palazzo delle Esposizioni con cinquanta opere inedite dedicate alla capitale italiana. Il percorso ideato da Bark è composto da paesaggi surreali e scene conviviali che richiamano i temi dei palazzi barocchi romani, rivisitati in chiave contemporanea. I set allestiti dal fotografo statunitense sono frutto di grande studio e accurata ricerca. Nell’esposizione ricorrono nature morte, paesaggi naturalistici e interni domestici; i...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/sacasdvsd.jpg

Fino al 28 giugno presso l’Accademia Tedesca Villa Massimo di Roma è in esposizione la mostra Fotografia 6 Michael Schmidt e Andreas Gursky a cura di Ute Eskildsen. L’evento rientra in un progetto più ampio nato nel 2014 con lo scopo di descrivere l’evoluzione della fotografia tedesca dagli anni Venti a oggi. Attraverso la contrapposizione di due grandi artisti, si racconta uno specifico momento storico. Questa mostra si concentra sulle immagini degli anni Ottanta, periodo...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/efefeww.jpg

J’ai plus de souvenirs que si j’avais mille ans, questo il titolo della mostra fotografica firmata da Pietro Baroni che verrà inaugurata il 5 giugno presso il Leica Store di Via dei Due Macelli, 57. Grazie a questo evento, il lavoro di Baroni giunge nella capitale dopo esser stato nelle città di New York, Firenze e Bologna. L’espressione «Ho più ricordi che se avessi mille anni» è scritta da Charles Baudelaire all’interno dell’opera I Fiori...