HomeCategoryArte Archivi - Pagina 2 di 19 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/vdvdvdsvdsvsw-1280x700.jpg

A via Agostino Bertani, nel cuore vivo di Trastevere, le radici capitoline si percepiscono così forti da scomodare addirittura i sommi antenati latini. Il potente Giano Bifronte, figura prettamente italica dell’antica religione romana, sciovinista al punto da non rivendicare alcun’origine greca, diventa l’emblema del progetto artistico “Hic et Nunc” e della collaborazione tra realtà diverse, unite dalla stessa necessità di reazione e immediatezza. I protagonisti di questo incontro sono ‘vicini di casa’ che condividono la...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/scasfaeaf.jpg

Coraggioso e riuscito il tentativo di Giovanni Troilo nel dirigere un documentario su Frida Kahlo lontano dagli stereotipati abusi pop che da anni circondano il personaggio, di cui l’immaginario collettivo è abbastanza saturo. Troilo ha voluto fare una distinzione tra l’artista e la persona: quella che ci presenta è la vita di una donna che sa di avere due anime, che non fugge il suo dualismo e che, anzi, lo tiene in vivace – ma...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/Rid_AVZ93281-Photo-by-Andrea-Avezzù-Courtesy-of-La-Biennale-di-Venezia.jpg

Il 24 novembre si è chiusa ufficialmente la 58. Esposizione Internazionale d’Arte – May You Live In Interesting Times, organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta e curata da Ralph Rugoff, che, nel giorno di chiusura, hanno incontrato i visitatori per ulteriore disamina e valutazione di questa edizione. Molti sono i numeri che hanno caratterizzato questa edizione e tra tutti i più entusiasmanti corrispondono alle tante presenze dei giovani che hanno rappresentato il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/eeewfgrwgrg.jpg

Quando guardiamo un dipinto di Hieronymus Bosch, è difficile pensare che la mente da cui scaturirono alcune delle opere più surreali ed inquietanti del XVI secolo fosse coetanea di Leonardo da Vinci. Eppure Jeronymus van Aken, chiamato Bosch dal nome della sua città natale (‘s-Hertogenbosch), nacque intorno al 1450 nei Paesi Bassi e morì nel 1526, solo pochi anni dopo il collega toscano. La sua pittura è diametralmente opposta a quella che caratterizzò il Rinascimento...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/IMG_20191109_200001_ridotta700.jpg

Spazio in Situ è una realtà giovane, intraprendente, attiva e internazionale; è un laboratorio condiviso e uno spazio espositivo che vive del confronto e dell’apertura. Con l’esposizione From Tor Bella with Love inaugura una nuova programmazione di eventi in cui gli artisti protagonisti di questo spazio presenteranno tre collettive in dialogo e riflessione con la realtà dell’Artist run space. From Tor Bella with Love si confronta con i segni e le simbologie della segnaletica stradale,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/efefeefeqfF.jpg

Costruita nel punto esatto in cui, secondo la leggenda, fu sepolto il Santo, quella di San Paolo fuori le mura è la Basilica patriarcale più ampia di Roma dopo San Pietro. La storia di tale luogo di culto cristiano iniziò con la fine delle persecuzioni e la promulgazione degli editti di tolleranza verso il cristianesimo, ovvero al principio del IV secolo, quando l’Imperatore Costantino fece eseguire degli scavi sui luoghi della cella memoriae, dove i...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/IMG_20191108_195003_rit_mod.jpg

La mostra OVNI di Nordine Sajot a Casa Vuota, a cura di Sabino de Nichilo e Francesco Paolo Del Re, ci conduce in un mondo familiare, in quei meccanismi di mercato che conducono a dimora desideri indotti, bisogni non primari, con cui l’artista allestisce una partita, accorta e sagace, che contrappone il nutrimento dell’arte al cibo, il più delle volte avvelenato, vetrificato e camuffato, che affluisce dalla società brandizzata. All’interno delle mura domestiche si fa...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/dsvdsdesfes-1280x700.jpg

Se è vero che ogni opera d’arte racchiude in sé il germe dell’esperienza autobiografica del proprio autore, la pittura dell’ultimo Van Gogh costituisce la più profonda confessione dell’artista olandese. A darcene una dimostrazione è lo storico d’arte Meyer Schapiro, che nel 1946 compone un saggio monografico esemplare sul dipinto Campo di grano con volo di corvi del 1890, nel quale unendo il suo attento metodo storico-filologico all’indagine stilistica più dettagliata, analizza l’uso anomalo della prospettiva...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/efefefef.jpg

La Basilica patriarcale di Santa Maria Maggiore è, come dice il nome stesso, la più importante – e probabilmente anche la prima – chiesa romana dedicata alla Vergine. Di fronte alla facciata svetta la colossale colonna corinzia scanalata di marmo imezio alta 14,3 metri proveniente dalla Basilica di Massenzio, che Paolo V fece qui posizionare da Carlo Maderno nel 1614 a pendant dell’obelisco sistino al lato opposto di via Merulana, di cui si è già...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/fwfwfefef.jpg

La basilica di San Pietro in Vaticano, ufficialmente denominata Papale Arcibasilica Maggiore di San Pietro in Vaticano, è la più grande delle quattro basiliche papali di Roma e si affaccia sull’omonima piazza progettata da Gian Lorenzo Bernini (1656-67), capolavoro d’architettura scenografica che si presenta come un’immensa ellisse di 240 metri di lunghezza su cui, nel fondo, al di là di un grandioso sagrato trapezoidale, prospetta la facciata della Basilica dominata dalla cupola michelangiolesca. La trabeazione,...