HomeCategoryArte Archivi - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/IMG_20191207_185826_1RID.jpg

La mostra Sublimi Anatomie al Palazzo delle Esposizioni – a cura di Andrea Carlino, Philippe Comar, Anna Luppi, Vincenzo Napolitano, Laura Perrone – traccia un percorso a raggiera in sette sale espositive che si irradia a partire dalla rotonda del Palazzo, ora teatro anatomico dal quale si ravvisano e si fondano riflessioni e dibattiti, performance e studi ermeneutici vecchi e nuovi sulla natura del corpo umano. Arte e scienza rivelano e disaminano il corpo nel...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/700-gabi-75128641_148507619852434_387962523241938944_o.jpg

La Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma (EEHAR) ha pubblicato recentemente un fac-simile di un diario-taccuino di Emilio Rodríguez Almeida che contiene appunti, disegni e note epigrafiche dello scavo condotto a Gabii nel 1965. L’edizione, curata da L. García y García, è stata stampata in collaborazione tra la casa editrice Arbor Sapientiae ed Editorial CSIC (CNR spagnolo). Il volume Excavación en Gabii (1965) rappresenta una prova evidente delle grandi capacità di Emilio Rodríguez...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/rgrgrw.jpg

La Biblioteca Casanatense fu istituita dai padri domenicani del Convento di Santa Maria sopra Minerva a Roma come biblioteca di pubblica utilità per volere del cardinale Girolamo Casanate (Napoli 1620 – Roma 1700) che, con testamento del 5 ottobre 1698, dispose il lascito a favore dell’ordine di circa 25.000 volumi, oltre ad una somma pari a 160.000 scudi che dovevano servire al mantenimento e all’accrescimento della istituenda biblioteca. Le disposizioni testamentarie prevedevano inoltre l’invito a...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/efefefefewf.jpg

Nota in tutto il mondo come uno dei capolavori indiscussi della storia dell’arte, la Cappella Sistina in Vaticano prende il nome da papa Sisto IV della Rovere (pontefice dal 1471 al 1484) che tra il 1477 e il 1480 fece ristrutturare a Giovannino de’ Dolci su disegno di Baccio Pontelli l’antica Cappella Magna. Si tratta di un ambiente rettangolare illuminato da sei grandi finestre e coperto da volta a botte ribassata, divenuta la “tela” sulla...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/scdeewf4f34t.jpg

Che la mela sia da sempre un frutto potentemente simbolico e allegorico, non ci sono dubbi. Fin da quel primo pomo che Eva colse e imprudentemente mangiò nel Giardino dell’Eden, contravvenendo alle indicazioni di Dio e facendo sprofondare il genere umano nel peccato, la mitologia della mela è stata costantemente legata a doppio filo all’immaginario femmineo e a quello erotico. Simbolo d’amore in quanto attributo ricorrente della dea Venere, oggetto rituale nelle antiche cerimonie nuziali...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/scsaavdv.jpg

Nel 1781 Johann Heinrich Füssli fa il suo debutto su suolo londinese tramite la Royal Academy di Londra, presso la quale viene esposto The Nightmare. Si pensi a cosa poté suscitare la vista di un quadro simile nella Londra di fine Settecento. Pathos, angoscia, grottesco, il senso di inquietudine e di oppressione invade subito lo spettatore. Inizialmente l’opera suscitò nel pubblico una serie di sentimenti contrastanti per poi essere consacrato come un capolavoro dell’arte moderna....

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/IMG_20191128_172952_ridotta.jpg

Un mondo inaspettato si apre nel verde e nel rosso di una vite rampicante: una giungla di oggetti, forme misteriche, reperti storici, archeologici, naturali, che popolano scaffali, pareti e soffitti in un susseguirsi di sguardi affascinati e sorpresi. Un disegno scientifico di sfumata ricercatezza, un florilegio di meraviglie e bizzarrie dal gusto alchemico delineano gli spazi della Mirabilia Art gallery di Giano del Bufalo, a Roma in via di San Teodoro, 14. In questo studiolo...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/eafefefefw-1280x700.jpg

Quando si parla di Michelangelo Buonarroti si pensa subito alla sua scultura, che lo ha innalzato tra i grandi Maestri del XVI secolo, e alla sua pittura, nei confronti della quale – nonostante i capolavori di indubbia grandezza – egli mantenne sempre un atteggiamento conflittuale, dovuto al riconoscimento dell’inferiorità di tale arte rispetto a quella «che si fa per forza di levare». Anche le opere architettoniche progettate ed eseguite dal Buonarroti hanno contribuito a fissare...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/asds.jpg

La Danaide è una scultura di Auguste Rodin realizzata nell’anno 1889 e oggi conservata al Museo Rodin di Parigi. Secondo la mitologia greca le Danaidi, figlie del re Danao, vennero costrette a sposare i propri cugini, figli del fratello rivale Egitto. Nel giorno della festa nuziale Danao, consapevole che Egitto stesse tramando alle sue spalle, fece giurare alle donne di uccidere i novelli mariti durante la notte di nozze. Nell’Ade le perfide mogli verranno condannate...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/dscefewfewfew.jpg

Francis Bacon, Lucian Freud e gli esponenti della c.d. School of London saranno fruibili – dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020 – compressi in un eterogeneo allestimento al Chiostro del Bramante in Roma. Oltre ai celeberrimi sopracitati Maestri, la mostra, curata da Elena Crippa, curatrice di arte britannica moderna e contemporanea alla Tate Gallery, ospiterà alcune opere di Michael Andrews, Franck Auerbach, Leon Kossoff e Paula Rego. Artisti naturalizzati a Londra, contraddistinti da...