HomeCategoryArchitettura, Design e Moda Archivi - Pagina 2 di 5 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/01/sefefewwef-1280x700.jpg

La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (BNCR) venne inaugurata il 14 marzo 1876 in un’ala del monumentale Palazzo cinquecentesco del Collegio Romano, sede dell’antica Bibliotheca Secreta o Major dei Gesuiti. È altresì denominata “Biblioteca Vittorio Emanuele II” dal nome della personalità a cui è stata intitolata al momento della sua istituzione nel 1876. Cento anni dopo, la Biblioteca venne trasferita – insieme al materiale della Biblioteca del Collegio Romano e di quelle di 69 congregazioni...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/01/rwfrwgrgre.jpg

Fondata da Alessandro VII Chigi (1655-1667) nel 1667 come biblioteca dello Studium Urbis o Sapienza, ovvero l’Università di Roma, la Biblioteca Alessandrina fu ideata dall’architetto Francesco Borromini (1599-1667) che ne disegnò il grande salone monumentale, attiguo alla Chiesa di Sant’Ivo, all’interno del Palazzo della Sapienza. Il pontificato Chigi rappresentò, non a caso, uno dei momenti di maggior fulgore dell’Archiginnasio romano: a partire dal Seicento le tesi di laurea si discutevano nell’Aula Magna e, concluso il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/efeeewfEW.jpg

Recentemente ha festeggiato 50 anni il premio Irene Brin, istituito dall’Accademia di Costume e Moda di Roma nel 1969. Il riconoscimento è stato in un primo momento destinato agli studenti più meritevoli della scuola e oggi invece agli ex-allievi che hanno avuto un impatto innovativo nel mondo della moda. Ma chi era Irene Brin? È vissuta all’inizio del Novecento in un’Italia che immaginava la donna come moglie, madre e angelo del focolare. Difficile ricavare da poche...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/4f4wf4f4wW34G.jpg

La Biblioteca Vallicelliana è una storica biblioteca pubblica di Roma, situata al secondo piano dell’Oratorio dei Filippini annesso alla chiesa di Santa Maria in Vallicella, anche nota come “Chiesa Nuova”. La prima libraria fu in parte distrutta dall’incendio provocato da un razzo nel 1620 durante i festeggiamenti per l’anniversario dell’elezione di Paolo V; fu allora che si decise di costruire l’edificio attuale, anche in virtù della necessità di espanderne gli spazi. A commissionarlo fu la...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/dvdsvdsvdsvgs.jpg

Distinguendosi come prima biblioteca pubblica di Roma, la Biblioteca Angelica venne fondata nel 1614 dal vescovo agostiniano Angelo Rocca (1546-1620), da cui prese il nome; ha sede nell’ex Convento dei padri agostiniani, in piazza Sant’Agostino, accanto alla basilica di Sant’Agostino in Campo Marzio, ed è specializzata in letteratura e filologia. Attualmente, vanta oltre 150.000 volumi, più di 1.000 incunaboli, 20.000 cinquecentine, 2.700 manoscritti, 4.000 documenti sciolti, circa 10.000 incisioni e carte geografiche e 3.000 messali...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/fefewfewgehg.jpg

Lo scorso mese l’acquisto di Tiffany da parte del gruppo Lvmh (Louis Vuitton Moët Hennessy) per 16,2 miliardi di dollari avrebbe destato l’attenzione dell’altra grande multinazionale francese Kering che, si vocifera, potrebbe acquistare Moncler per competere con il suo antagonista in affari. Moncler rientra tra le poche aziende di proprietà italiana a non essere state ancora vendute ma potrebbe presto seguire il destino di tante altre, indebolendo sempre più in questo modo uno dei maggiori...