Ludovica D'Erasmo

HomeAuthorLudovica D'Erasmo, Autore presso La Citta Immaginaria

Fin da bambina coltiva la passione per la scrittura; i giochi di parole e le rime catturano la sua attenzione. Oggi studia Lettere moderne alla Sapienza e sulla scia di filosofi, scrittori e poeti realizza quello che, da sempre, è il grande sogno: scrivere un libro. Da tutto questo nasce "Rimasi". La sua scuola migliore, però, rimane il mondo campestre.
https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/09/rggrgergrgar.jpg

«Senti come è calda questa sabbia, se vuoi ti scalderà, fidati del sole che vedrai ti guiderà». Parole magiche queste, affidate alla magnifica sensibilità compositiva di Phil Collins, che assieme alla sua melodia intessono i fili di una storia incredibile, rivisitata e animata dalle commoventi tinte della Disney che l’ha trasformata in un movimentato e spettacolare film d’animazione – con diversi seguiti – che prende il nome dal suo simpaticissimo e bizzarro protagonista: Tarzan. Un...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/04/700-72d8b83aa2cecc90c7f301ee49dc06.jpg

«Sull’orlo del baratro ho capito la cosa più importante… che vola solo chi osa farlo». «Volare mi fa paura», stridette Fortunata alzandosi. «Quando succederà, io sarò accanto a te», miagolò Zorba. È così che prende vita uno dei racconti più teneri e appassionanti della letteratura contemporanea, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, scritto da Luis Sepulveda e pubblicato nel 1996. È la storia di un’amicizia solenne, una promessa di vita...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/03/aeefefesw-1280x700.jpg

«C’era una volta, in un certo paese, mille anni fa o forse più, al tempo in cui gli animali parlavano ancora, in un vecchio castello, nel cuore di un bosco». È così che le fiabe, con la magia della loro vaghezza, proiettano la nostra mente nell’incantato mondo dell’indeterminato. «Dobbiamo far lavorare la fantasia, renderla capace di trascendere gli angusti confini dell’esistenza individuale per dare un contributo importante alla nostra vita». È con queste parole che...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/02/asdadeef.jpg

Una fiaba, un incanto, una magia prodigiosa, un irrefrenabile senso del meraviglioso che si mescola al desiderio di un sogno. È così che la bella Cenerentola, dalle scarpette di cristallo, è entrata nelle case di tutti noi. Un racconto che porta con sé fili di storie intrecciate, dall’origine incerta e sconosciuta. Un testo riadattato e modellato milioni e milioni di volte, la cui nascita si deve forse cercare tra le piramidi dell’antico Egitto, spostandosi poi...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/adfewgwegrw.jpg

«Era una notte buia e tempestosa»: è così che il cagnolino più famoso della letteratura contemporanea ha provato e riprovato invano a comporre l’incipit dei suoi scritti. È Snoopy, un simpatico personaggio a quattro zampe, dalle poliedriche capacità umane, che colora di pensieri geniali le menti dei suoi lettori. Un capolavoro a fumetti che nasce dalla matita di Charles M. Schulz, disegnatore e fumettista statunitense che ha dato vita alle famosissime strisce Peanuts. Il simpatico...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/efefewfeww.jpg

«Lo sai che devi fare se non sono insieme a te, ascolta la canzone e tu sarai vicino a me. Ricordami, ora devo andare via, ripensa a me, sentendo questa melodia». Sono questi i dolcissimi versi della colonna sonora del cartone più sensibile e memorabile degli ultimi tempi, Coco (2017, di Lee Unkrich e Adrian Molina). Un vivacissimo tuffo nella cultura messicana, un ventaglio di colori e decorazioni che fanno da sfondo alla tradizione attenta...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/fefefew.jpg

«Dimenticali Wendy, dimenticali tutti e vieni con me dove non dovrai mai, mai pensare alle cose dei grandi». È questa la frase più incredibile e memorabile di tutti i tempi, che ha fatto sognare grandi e piccini nell’attesa di una meravigliosa isola che non c’è. È questa la frase che avrebbe caratterizzato il ragazzo più ribelle della letteratura infantile: Peter Pan. Un personaggio inventato nei primi del Novecento dallo scozzese James Matthew Barrie, il quale...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/08/adevsv.jpg

«Le bugie, ragazzo mio, si riconoscono subito! Perché ve ne sono di due specie: vi sono le bugie che hanno le gambe corte, e le bugie che hanno il naso lungo: la tua per l’appunto è di quelle che hanno il naso lungo». È così che la fata Turchina avrebbe amorevolmente rimproverato Pinocchio, il burattino più famoso di tutti i tempi. Pinocchio, uno dei personaggi più simpatici e burloni della letteratura italiana, prende vita dall’umile...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/vdsdvsvdrs.png

«L’italiano è una lingua senza saliva, il napoletano invece tiene uno sputo in bocca e fa attaccare bene le parole». Così Erri De Luca aveva esordito in uno dei suoi scritti restituendo alla varietà dialettale quella dignità e autorevolezza che da sempre la lingua italiana le ha saputo sottrarre. Ma facciamo una breve panoramica. L’Italia, dal punto di vista linguistico, è notevolmente differenziata al suo interno: oltre all’italiano, lingua nazionale dal XVI secolo, si colora...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/annie-spratt-O1TNdLNvJLM-unsplash.jpg

Il primissimo, primordiale, approccio che l’uomo ha intrapreso con la finzione letteraria, lo ha avuto sperimentando la poesia. Una naturale inclinazione del genere umano a creare un mondo fantastico, attraverso il quale riportare emozioni, idee, sentimenti, traducendo in suoni e parole l’universo intero. Un veicolo di storie inventate, aneddoti, episodi realmente accaduti,  intessuti con ritmo e musicalità. È questa la poesia che nasce agli inizi della storia del mondo,  una fitta rete di parole e...