Alice Massarenti

HomeAuthorAlice Massarenti, Autore presso La Citta Immaginaria

Nata in provincia di Modena, classe ’84, si è laureata in “Quaternario, Preistoria e Archeologia” con tesi in “Evoluzione degli insiemi faunistici del Quaternario”. Ha un’ossessione per i fossili e una famiglia che importuna costantemente con i racconti delle sue ricerche sul campo.
https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/04/dvdvdvgsvgf.jpg

L’istinto e la pratica della vendetta erano profondamente radicati nella cultura romana. Anche dopo che la vendetta personale fu vietata, l’idea che la pena servisse a dare conforto e soddisfazione a chi aveva subito il torto permane nella mentalità di Roma. Una prova ad esempio proviene dal giurista Callistrato, il quale riteneva che la pena di morte dovesse essere applicata in pubblico nel luogo dove era stato commesso il reato, per confortare le vittime e...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/04/fffff.png

In Italia si nota l’utilizzo di forme di scrittura a partire dall’VIII secolo a.C., probabilmente acquisite grazie all’influsso delle genti greche che colonizzavano le coste della penisola e rielaborate dalle diverse popolazioni per adattarlo alle decine di lingue presenti. I reperti rinvenuti dal VII secolo a.C., prevalentemente nell’Italia centrale, documentano una varietà di linguaggi o dialetti che andranno a scomparire in seguito all’espansione romana e alla conseguente unificazione linguistica. Di alcune lingue non abbiamo altro...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/03/u6utuytuty.jpg

L’Età del Ferro in Italia centro meridionale, Sicilia e Sardegna copre un periodo che va dal 1000 a.C. al 725 a.C. circa mentre nell’Italia settentrionale prosegue per altri 200 anni. In questa età i rapporti commerciali con l’ambiente egeo sono sempre più intensi, come possono attestare le importazioni di ceramica greca lungo le coste dall’Etruria alla Campania e la fondazione di colonie greche e fenicie nel corso dell’VIII secolo a.C. sia in Italia che in...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/03/ertgerge.jpg

Durante i lavori di costruzione di un impianto di produzione di energia a biogas a Concordia Sagittaria (in provincia di Venezia) sono emerse tracce estensive di una frequentazione di età preistorica collocabile nel tardo Neolitico. A sud della città, il fiume Lemene forma due grandi anse nel suo percorso verso il mare e l’abitato si collocava all’interno della prima ansa. Dal VI-IV millennio a.C. è attestata la presenza nell’area di acque salmastre, che penetravano fino...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/03/wefwegwe4wewg.jpg

Tra il 2001 e il 2005 i lavori per la costruzione dell’Alta Velocità si concentrarono nei pressi di Beneceto, in provincia di Parma, e portarono all’attenzione degli storici i resti di una terramara, ovvero un insediamento complesso delimitato da terrapieni e fossati. Lo scavo attraversava da est a ovest un abitato a Forno del Gallo, per una larghezza compresa tra i 10 e i 30 metri e una lunghezza di 650 metri. La terramara si...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/03/efefdefsdsw.jpg

Durante l’Età del Bronzo nell’Italia settentrionale si notano economie di sussistenza basate sulla pastorizia. In particolare, due siti della pianura a nord del Po forniscono interessanti informazioni. Il sito di Fondo Paviani, presso Legnago (Verona), si trova su un dosso alluvionale nella paleovalle del Menago. Dall’Età del Bronzo Recente/Finale provengono 3.681 resti faunistici, di cui solo una bassa percentuale sono risultati determinabili, sia a causa dello stato di conservazione (molto frammentario) che ai metodi di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/02/zddegaegsegasegae.jpg

In località Monte Moncione, nel comune di Portoferraio (Livorno), nell’arco di diversi decenni sono stati rinvenuti materiali ceramici di epoca protostorica. Sono quindi state esplorate diverse zone, mediante saggi localizzati che hanno messo in luce sia tracce di scavi clandestini che di frequentazione umana antica. Dal riparo sottoroccia dell’Area 100 sono emerse 2 buche, di cui una dovuta a una frequentazione di epoca moderna. Era presente un muro lungo il margine esterno del riparo, allineato...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/02/ererheryher.jpg

Il giacimento di Grotta del Romito (Cosenza) ha restituito un interessante repertorio di sottostrutture, intese come impianti in negativo che non contemplano un elevato, riferibili alla fine dell’ultimo Pleniglaciale e al Tardoglaciale, che offrono uno spunto per la ricostruzione dei modi di vita dei cacciatori-raccoglitori della fine del Paleolitico nell’Italia Meridionale. I primi esploratori misero in luce un deposito relativo a una lunga fase di abitazione nella caverna durante l’Epigravettiano; inoltre all’esterno della grotta era...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/02/rgergergsergsegsw.jpg

Gli ornamenti sono elementi fondamentali nella creazione dell’identità sociale e individuale dei gruppi umani; per gli archeologi, quindi, il loro studio è un valido strumento per la comprensione delle convenzioni sociali, dei rituali, degli scambi e dei confini culturali. L’impiego della materia dura animale per la confezione di elementi d’adorno può essere considerato tradizionale, dato che se ne hanno tracce fin dal Paleolitico. Si nota durante il Neolitico tardo un progressivo aumento quantitativo e di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2021/02/wefwe4gwe4gwegw.jpg

I primi prodotti della metallurgia compaiono in maniera massiccia nella penisola italiana durante il corso dell’Eneolitico e fin dai primi momenti emerge il ruolo dominante di asce, pugnali, collari e altri oggetti d’abbigliamento personale di metallo nell’affermazione del ruolo sociale e culturale dei personaggi maschili e femminili destinatari di tali prodotti. Una prova della produzione di questi oggetti, oltre ai corredi funerari, è la massiccia rappresentazione di oggetti metallici nelle statue-stele e nei massi incisi...