Alessandra Battaglia

HomeAuthorAlessandra Battaglia, Autore presso La Citta Immaginaria

Citando liberamente Pina Bausch, direi: Dance study otherwise you're lost. Performer e danzatrice, coltivo l'arte coreutica fin da piccola, perfezionando la danza contemporanea, il teatrodanza e la ricostruzione coreografica di danze antiche. A coronamento di questa passione ho conseguito due lauree - una in Storia della Musica, una in Storia della Danza.
https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/09/efefefew.jpg

«Certe cose si possono dire con le parole, altre con i movimenti. Ma ci sono anche dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che fare. A questo punto comincia la danza». Pina Bausch (Laurea Honoris Causa a Pina Bausch, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna, 25 novembre 1999, Facoltà di Lettere e Filosofia, Bologna 1999)   La danza nel mondo occidentale, da sempre, veicola...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/07/wfqwfqwfe.jpg

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una nuova tendenza nell’ambito della danza contemporanea: la collaborazione tra importanti coreografi e famosi personaggi del panorama musicale internazionale. Sebbene finora ci siano stati pochi esempi, artisti della danza contemporanea sono stati coinvolti nella realizzazione di video musicali. Akram Khan e Sidi Larbi Cherkaoui sono i principali nomi in questa nuova tendenza. Il videoclip, retaggio della cultura musicale degli anni Novanta, è un dei tanti prodotti dell’industria musicale e...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/ahmad-odeh-460173-unsplash-1.jpg

Chi è Otello? È la notte, una figura immensa e fatale. (Victor Hugo)   Lo scorso 5 maggio è andato in scena al Teatro Quirino di Roma l’ultima replica dello spettacolo Otello, coreografia di Fabrizio Monteverde per la compagnia del Balletto di Roma. Purtroppo l’ultima replica, che conclude una lunga tournée nei teatri italiani (iniziata a Milano e proseguita in varie città), è stata falcidiata da difficoltà tecniche-logistiche che denotano quanto sia faticosa ed evidentemente...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/05/segegew.jpg

In origine era la Danza, e la Danza era il Ritmo e il Ritmo era la danza. In principio era il Ritmo, tutto è stato fatto da lui, senza di lui nulla è stato fatto. Serge Lifar (1905-1986)   Il tempo è un concetto labile, si intuisce e lo si rappresenta in diverse modalità a seconda che si focalizzi o l’irreversibilità delle vicende legate alla vita umana o il ricorrere degli eventi astronomici e naturali....

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/Merce-Cunningham-with-Carolyn-Brown-at-Westbeth-1972-Wendy-Perron-1024x739-1024x720.jpg

Il ripensamento, se non il vero e proprio scardinamento del concetto di spazio, è un elemento decisivo nell’evoluzione dell’arte coreica, centrale fin dalla modern dance, seguita dalla post-modern dance e da tutte le espressioni contemporanee di danza. La relazione tra danza e spazio è sempre stata al centro delle riflessioni dei grandi coreografi e maestri della danza. Rudolf Laban (1879-1958), uno dei padri della danza moderna e della danza terapia, individuava la direzione spaziale come...