Alessandro Amato

HomeAuthorAlessandro Amato, Autore presso La Citta Immaginaria

Nato a Milano, conclude gli studi a Torino, dove continua a lavorare nell'ambito critico e festivaliero. Collabora con "A.I.A.C.E". e il magazine "Sentieri Selvaggi". Dirige rassegne di cortometraggi e cura eventi per la valorizzazione del cinema italiano. Quando capita è anche autore di sceneggiature per la casa di produzione indipendente "Ordinary Frames", di cui è co-fondatore.
https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/hthththtwth.jpg

Diego Novelli sembra aver avuto molte vite: animatore culturale, giornalista e soprattutto, dal 1975 al 1985, sindaco di Torino. Ma ad incuriosire Fabrizio Dividi e Carlo Griseri, autori di Diego Novelli e il cinema (Daniela Piazza Editore), è stato il rapporto dell’ormai novantenne signore con il grande schermo. Enrico Verra, coordinatore di Aiace Torino che ha introdotto una recente presentazione del volume presso la libreria Il Ponte sulla Dora, l’ha definita addirittura «una storia d’amore»,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/12/dfdgrgfrgr.jpg

Elena Beatrice e Daniele Lince sono una coppia di registi/sceneggiatori/produttori che lavora sul territorio torinese e realizza da anni opere audiovisive di tipologia varia. Dal documentario sperimentale allo spot commerciale, dal cortometraggio narrativo alla clip promozionale, per loro una storia è una storia e l’importante è volerla raccontare. Li abbiamo incontrati per saperne di più.   Come nasce la denominazione Beatrice/Lince Factory e a quando risale il primo lavoro insieme? Lince: Credo fosse il 2016,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/eefefeqfrq3rq32rW.jpg

Ore 10, calma piatta. A Castello di Brianza (LC) sta per cominciare una nuova giornata di riprese per la troupe di Non è un lupo, esordio nel lungometraggio del ventinovenne Nicolò Tagliabue. Scritto e diretto dal regista con la produzione del gruppo Ordinary Frames, il film racconterà le vicissitudini di Glauco, un giovane appena uscito dal carcere che dopo aver familiarizzato con l’ancora più giovane figlia del vicino si ritrova a dover affrontare un’inaspettata minaccia....

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/qefefeqfefqe.jpg

«Nessuno di noi inventa niente, hanno inventato tutto Omero e Tolstoj». E se a dirlo è uno come Duccio Tessari, che ha cominciato assistendo le regie di una decina di peplum (film in costume di ambientazione mitologico-romana), forse c’è da credergli sorridendo. In quel contesto conoscerà un altro aiuto regia celebre di nome Sergio Leone, ed entrambi firmeranno la loro opera prima proprio nell’ambito di quel genere così popolare nei primi anni Sessanta. Arrivano i...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/scscscsac-1280x700.jpg

Caccia al tesoro (2017) è stato l’ultimo di 60 film (se si contano solo le uscite in sala) girati da Carlo Vanzina prima di lasciarci nel luglio del 2018 a causa di un melanoma recidivo. Il fratello Enrico, co-sceneggiatore e compagno di molte avventure non solo cinematografiche, ha quindi proseguito da solo nel portare alta la bandiera del loro nome, a partire dai più recenti colloqui col critico Rocco Moccagatta per il libro Carlo &...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/11/scscscsc.jpg

Nel vasto e variegato mondo dell’audiovisivo indipendente spicca il gruppo Wide Film Production. Fondato dai filmakers Andrea Bassani, Andrea Borgomaneri e Federico Ciriminna, esso si occupa prevalentemente di Corporate Film e Spot aziendale, adattandosi alle esigenze di ogni tipo di cliente e garantendo la cura, la creatività e la dedizione che si riserva a un film anche al più piccolo dei prodotti. Ma Wide Film è anche altro, poiché in ambito cinematografico è impegnata ad...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/ffefefef.jpg

A parte il tema dell’edizione, ovvero la medicina nera, il TOHorror Film Fest di Torino, giunto al diciannovesimo anno, ha confermato la sua eterna missione: raccontare il cinema fantastico e orrorifico in ogni sua forma e in ogni suo segreto. In particolare, lo ha fatto inserendo una nuova sezione dedicata ai documentari su autori, filoni o sottogeneri che prima venivano proposti in un più generico “Fuori concorso”, che è comunque rimasto. A cavallo delle due...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/scadefewgfweg-1.jpg

«La mia idea della lotta antifascista e della Liberazione era mitica, ma un po’ finta, come un tableau vivant, scolpita nel marmo. […] Ma guardando quel film, d’un tratto, quella storia lì mi è diventata familiare, non solo perché vi si parlava col nostro accento e vedevi i luoghi della nostra terra, ma anche perché nei personaggi, nei dettagli, negli eventi terribili, ma anche piccoli e a volte ironici, […] c’era il seme della verità,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/efqefefefq-1280x700.jpg

Dal 4 al 10 ottobre si è tenuta presso il cinema Odeon The Space, situato a due passi dal Duomo, la 24^ edizione del Milano Film Festival. Finalmente accentrato in un solo luogo dopo anni di manifestazioni sparse in più spazi del capoluogo lombardo, questo evento si è dimostrato capace di richiamare l’attenzione del pubblico nonostante l’attività frenetica del centro cittadino, sicuramente anche grazie ai suoi molti partner. Chi scrive ha seguito l’edizione con accredito...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/10/vdddddsW.jpg

Il nuovo millennio dei fratelli Vanzina si apre con una scommessa perché Quello che le ragazze non dicono (2000) è un film che nessuno si aspettava, dalla genesi particolare e i caratteri sfumati. «Un po’ commedia un po’ dramma – ha spiegato Carlo -, come la vita». L’intenzione era raccontare una storia tutta al femminile, mostrare le giovani italiane di quel momento storico, in una Milano lontana dai soliti luoghi comuni. Ma era anche il...