Home2020Agosto 2020 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/08/tgtwe4twe4t.jpg

Solitamente quando si pensa ai rinvenimenti archeologici scoperti a seguito della famosa eruzione del Vesuvio verificatosi nel 79 d.C vengono subito in mente i celeberrimi affreschi pompeiani o i bronzi ellenistici rimasti quasi del tutto intatti dal momento dell’imponente fenomeno geologico. Oltre ciò, quando cominciò a riemergere quello che rimase sepolto sotto la coltre di lava, vennero alla luce – a partire dalla seconda metà del XIX secolo – dei preziosi oggetti d’argento: si tratta...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/hdtrhhe-1280x700.jpg

Fondatore del Manifesto del Futurismo, in cui espose i principi ispiratori del movimento, Filippo Tommaso Marinetti scelse un prestigioso giornale parigino, Le Figaro, per suggellare l’atto ufficiale della fondazione del gruppo. Il rifiuto radicale del passato e la proiezione verso una cultura profondamente rinnovata sono i due elementi principali che racchiudono tutta una serie di procedimenti della scrittura letteraria, al punto da trasformarli in un vero e proprio genere. Si tratta di un progetto di...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/08/34t34t34t34t34yt34.jpg

Una frase di Rita Levi Montalcini sembra essere in perfetta sintonia con i versi di uno dei poeti più importanti del Novecento: «Meglio aggiungere vita ai giorni che non giorni alla vita». Umberto Saba, infatti, scrisse proprio di come la vita del poeta abbia, rispetto a quella di «tutti gli uomini», un’essenza diversa, più intensamente vissuta. Lo fece nella poesia intitolata proprio Il poeta, quasi a voler erigere una sorta di definizione su chi sia...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/07/34t34t34t4.jpg

Simbolo del nuovo movimento estetico, criticato da quanti gli restano estranei, stravagante ed eccentrico, Oscar Wilde diventa presto uno dei personaggi più discussi della capitale inglese, dove si trasferisce dopo la laurea. Amato e odiato, affermò le sue idee sull’importanza del Bello per sfuggire agli orrori della società industriale, recuperando innanzitutto le lezioni del critico d’arte John Ruskin. La sua produzione spazia tra fiabe (Principe felice; Una casa di melograni), racconti (Delitto di Lord Arthur...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/08/aefefsefa.jpg

Appare doveroso aprire il discorso con una breve parentesi su Papa Sisto V, protagonista indiscusso dei lavori di restauro che il presente articolo prenderà in esame. Felice Peretti ebbe i natali in Montalto della Marca, un piccolo comune delle Marche, il 13 dicembre 1520. Fu creato prima cardinale il 17 maggio 1570 e poi Papa il 24 aprile 1585 e il suo pontificato durò dal 1585 fino alla morte, avvenuta nel 1590. Nonostante le sue...