Home2020Giugno 2020 - Pagina 2 di 2 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/06/unnamed_ridd-1280x700.jpg

Lo schermo dell’Arte, associazione culturale no-profit che sperimenta e sostiene connessioni e affinità elettive tra cinema e arte contemporanea, promuove la campagna di raccolta fondi Artists’ Film Italia Recovery Fund per la produzione di opere video di giovani artisti italiani o residenti in Italia under 35. L’iniziativa intende reagire allo stato di crisi economica del settore culturale, concentrandosi in particolare nella produzione di opere video arte, sviluppando nuove opere video e proseguendo le progettualità interrotte...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/Family_iPad_rid.jpg

Il ritratto, lungo i secoli della sua storia, ha mantenuto costante la perpetuazione e l’estensione dell’individuo nella società, rappresentando non soltanto il soggetto nelle sue fattezze realistiche o immaginarie, ma il carattere, le relazioni, gli ideali, i sentimenti e le evoluzioni di un’epoca, rapportandosi ad una cultura di appartenenza, traducendo in lineamenti e sguardi l’habitus mentale di una collettività. Nel ritratto confluiscono punti di vista e individualità personali che rivolgono lo sguardo allo spettatore, coinvolgendo...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/axaxaaa.jpg

Sono numerosi gli esponenti illustri che si sono impegnati in un’intensa attività intellettuale, insistendo sul pericolo rappresentato dalla mafia e sull’oscura rete di collusioni che storicamente l’ha legata al potere politico. Leonardo Sciascia è stato uno di questi. L’opera che gli ha dato maggiore notorietà è stata Il giorno della civetta, il romanzo attraverso il quale l’autore ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica il problema del fenomeno mafioso, spesso trascurato o minimizzato. Lo stesso Sciascia ha...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/dfdfdefeesf-1280x700.jpg

Era il maggio del 1937 quando il pittore spagnolo Pablo Picasso (1881-1973) incominciò a lavorare a una delle opere che lo avrebbe consacrato agli occhi del mondo intero. Terminata in soli due mesi, nel giugno dello stesso anno, Guernica nacque in seguito a un evento che sconvolse la Spagna, all’epoca impegnata nella sanguinosa Guerra Civile che dilaniò il Paese tra il luglio del 1936 e l’aprile del 1939 e che vide coinvolti da un lato...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/05/eqfefefef-1280x700.jpg

«Vivere è percorrere il mondo / attraversando ponti di fumo». La vita per Juan Rodolfo Wilcock si riassume in questi due versi. La fugacità dell’esistenza umana è sempre percepibile nei suoi scritti, in cui si mischiano visioni eteree di sogno e descrizioni di luoghi comuni e umani, quasi dolorosamente umani: «Che l’uomo si dimeni follemente o rimanga seduto in una poltrona, il risultato sarà alla fine sempre lo stesso: la sua vita sembrerà un sogno,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2020/06/efwegwegweg.jpg

Narratore, giornalista, saggista, professore, Umberto Eco si è occupato inizialmente di estetica medievale, per poi spostare l’attenzione alle tematiche relative il linguaggio. Il primo esempio di esercizio di scrittura letteraria – Diario minimo – appare nel 1963; a questo ne farà seguito un secondo, una raccolta di divagazioni ironiche su vari aspetti concernenti il rapporto tra letteratura e società. Del 1980, invece, è Il nome della rosa, un’opera che coniuga procedimenti d’avanguardia a istanze tradizionali....