Home2019Giugno 2019 - Pagina 2 di 5 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/65013880_467403333803975_4062673272536301568_n.jpg

È la fiaba per antonomasia quella norvegese, fatta di lunghi giorni per un sole lentissimo a tramontare. Boschi immensi, fattorie e contadini, personaggi del folklore locale, un’attenzione particolare agli animali e ai lavori agricoli, in una forma  cantilenata che gioca con i suoni e le parole. Caratteristiche queste che «qualificano la fiaba norvegese come la più bella del mondo», aveva detto Jacob Grimm. Racconti liberi e pieni di fantasia che si sono tramandati di bocca...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/afefe.jpg

«Vanno vengono ritornano e magari si fermano tanti giorni che non vedi più il sole e le stelle e ti sembra di non conoscere più il posto dove stai…» Le Nuvole, Fabrizio De Andrè   La terra si apre vasta e piena nei suoi dolci e lievi pendii, nelle ascese flessuose che accompagnano lo sguardo verso l’innesto con il cielo. Casa Sponge accoglie nel suo quotidiano una nuova mostra, Che sei nei Cieli, a cura...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/ewfefew.jpg

Fino al 19 luglio è possibile ammirare il progetto Sibille firmato da Davide Monaldi ed esposto presso lo Studio SALES di Norberto Ruggeri. L’artista di San Benedetto del Tronto si racconta tramite ceramiche, citofoni e installazioni site specific. La mostra di Monaldi è figlia di una riflessione dell’artista sul passato, sulla spiritualità e sul bisogno umano di avere certezze nella ricerca di se stessi. Questo progetto comprende due opere principali. La prima è Sibille, 2017-2018...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/dafaes-1280x700.jpg

Lo scorso 17 giugno presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma è stato inaugurato il ciclo Connection Gallery. Si tratta di un progetto curato da Massimo Mininni che vede protagonisti giovani artisti chiamati a creare un’opera site specific per il museo romano. Il progetto è suddiviso in tre momenti che ospiteranno altrettanti artisti contemporanei italiani indicati da tre differenti curatori. Il primo appuntamento ha posto al centro della scena la mostra Very...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/dbhd.jpg

Aristotele – filosofo, scienziato e logico greco antico – è considerato uno dei padri del pensiero filosofico occidentale. Nasce nel 384 a.C. a Stagira, colonia greca situata nella parte nord-orientale della penisola calcidica della Tracia. Secondo gli studiosi, la biografia di Aristotele può essere suddivisa in tre periodi. Il primo periodo ebbe inizio quando, rimasto orfano in tenera età, dovette trasferirsi dal tutore Prosseno ad Atarneo, cittadina dell’Asia Minore nella regione della Misia (situata nel nord-ovest dell’attuale Turchia, di fronte all’isola...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/sacas.jpg

In occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci (2 maggio 1519), nel 2019 sono state promosse innumerevoli iniziative in Italia e in Europa volte a ricordare il genio e l’arte di uno dei volti più noti e rivoluzionari del Cinquecento. Mostre, convegni e centinaia di manifestazioni ed eventi di respiro internazionale il cui scopo è omaggiare la memoria di Leonardo: pittore, scultore, inventore, ingegnere militare, scenografo, anatomista, pensatore e uomo di scienza, il...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/wfwfw.jpg

Bruno Munari (1907-1998) è stata una figura leonardesca tra le più importanti del Novecento italiano: artista, designer, scrittore, inventore, a lui si deve molto soprattutto per aver esplorato e divulgato l’azione della facoltà immaginativa. In un prezioso manuale intitolato Fantasia e pubblicato nel 1977, egli indaga e definisce le funzioni di fantasia, invenzione, immaginazione e creatività, facoltà che agiscono simultaneamente e dunque difficili da distinguere. Cercando di elencare e analizzare le loro costanti, Munari vuole...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/fsdrew.jpg

«E voi cosa ci vedete?», chiede una guida di fronte ad un quadro di Mondrian. «Dei quadrati!», rispondono i bambini. (Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 2008 circa) Composizione A è la prima opera neoplastica del pittore olandese Piet Mondrian, realizzata nel 1920 e oggi conservata presso la GNAM (Galleria Nazionale d’Arte Moderna) di Roma. La tela, eccetto per l’utilizzo del colore grigio, che scomparirà nelle successive composizioni astratte, risponde in pieno alle regole dettate dalla corrente del...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/ewwww-1280x700.jpg

Alexander Dorner (1893-1957) fu nominato direttore del Landesmuseum nel 1923 e proseguì la sua carica ristrutturando l’intero museo fino al 1937, quando il regime nazista lo costrinse all’esilio negli Stati Uniti. All’inizio della sua carica il curatore trovò una situazione paragonabile alla reggia di Versailles: le opere d’arte, provenienti da cinque collezioni, erano disposte simmetricamente in uno spazio simile a un Salòn, fungendo da decorazioni per la stanza. Influenzato dalle teorie di Alois Riegl (1858-1905),...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/06/dfea.jpg

Roma è la città con più obelischi al mondo. Gran parte di questi monumenti sono di origine egizia, giunti a Roma a partire dall’epoca di Augusto, a seguito della battaglia di Azio del 31 a.C. Tra questi ce n’è uno che è stato soprannominato dai romani pulcino della Minerva, situato nella piazza della basilica di Santa Maria sopra Minerva. L’obelisco fu ritrovato nel 1665 nel giardino di proprietà del convento domenicano annesso alla basilica. Alto...