Home2019Aprile 2019 - La Citta Immaginaria

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/dsvevgewgewgewgeww.jpg

L’applauso è per sua natura un gesto fragoroso e improvviso in quanto ha origine dal latino “plodere” (esplodere). Oggi però non ci scandalizza l’esistenza di applausi comandati – o chiamati – soprattutto in un contesto televisivo in cui è facile dubitare perfino della genuinità dell’aria che si respira. Poche settimane fa un esponente politico, durante una trasmissione tv, ha con tono critico chiesto al pubblico come mai non avesse ancora applaudito, volendo sottolineare così l’assenza...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/defewfewgww.jpg

Entrare nello studio di un artista è sempre una scoperta, un percorso intenso e a volte vorticoso verso l’altro e i suoi spazi fisici e mentali. L’incontro con Davide Dormino nel suo studio al Pigneto è un viaggio all’interno dei materiali della scultura, del disegno, di una metrica corporea che si spinge sempre oltre la legge fisica, la resistenza dei materiali, i limiti dell’equilibrio e che pure di queste si serve per tradurre l’inesplicabile coincidenza...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/scadvdsvsgvsgswwedfafae.jpg

Il 14 aprile 1912 nasce a Gentilly, sobborgo di Parigi, quello che sarà uno dei più grandi fotografi del Novecento francese, Robert Doisneau. Insieme ad Henri Cartier-Bresson è il fondatore del fotogiornalismo di strada e uno degli esponenti maggiori della corrente “umanista” della fotografia. Nel corso della sua vita lavora con Renault e Vogue, ma la sua vera vocazione è fotografare la vita reale, quella per strada. Nessuno ha saputo cogliere meglio di lui l’anima...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/05/efewews.jpg

Yu-jin ha ventisei anni. Una mattina si sveglia nel suo letto ricoperto di sangue. Scoprire a chi appartiene sarà un’amara sorpresa perché non ricorda cosa è successo la notte precedente. È questo il prezzo da pagare per non aver assunto gli psicofarmaci che tengono a bada l’epilessia. È questo il motivo per cui nella mente del ragazzo si alternano immagini che non riesce a interpretare. Nella confusione emerge però una consapevolezza:   Ho sempre avuto...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/sdgesgewgw-1280x700.jpg

Festeggia l’ottava edizione la rassegna A qualcuno piace classico, appuntamento imperdibile per gli amanti del cinema e non solo, ospitata fino al 28 maggio presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma. La formula rimane la stessa degli scorsi anni e non cambia nemmeno l’obiettivo che resta quello di dare luce e visibilità alle opere del passato: 15 sono i capolavori riproposti in pellicola 35mm, protagonisti illustri i registi che hanno fatto la storia del cinema,...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/asfefefwe.jpg

Annoverato fin dai primordi tra i Sette Sapienti, Talete di Mileto viene considerato il primo filosofo della storia del pensiero occidentale, oltre che matematico e astronomo. La sua speculazione si fonda sulla ricerca dell’arché, il principio da cui tutte le cose sarebbero derivate, identificato dal filosofo nell’acqua, desumendo senza dubbio questa sua convinzione dalla constatazione che il nutrimento di tutte le cose è umido, e che persino il caldo si genera dall’umido. Di Talete, fondatore...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/princ-1.jpg

Si è spento da poco Enzo Di Benedetto, unico superstite insieme a Michela Mioni dei protagonisti del film cult di Claudio Caligari Amore tossico (1983). Era sua l’iconica battuta: «Dovemo svorta’ e te te piji er gelato?», innumerevoli volte citata e imitata da quasi due generazioni di giovani. Amore tossico fu un vero successo all’epoca: ottenne diversi riconoscimenti, tra cui il premio speciale nella Sezione De Sica alla 40° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/wrgrsgrgdrg.jpg

Ormai da qualche anno siamo tornati a vedere, proiettati sul grande schermo, i grandi classici della Disney, quelli che ci hanno fatto sognare quando eravamo piccoli, al tempo delle videocassette. Quei famosi cartoni animati, però, sono tornati da noi in una chiave nuova: il live-action, ossia un film in cui le vicende sono interpretate da attori in carne e ossa, non più “ridotti” a una semplice voce. Si tratta di una vera e propria febbre da...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/efeffefefewfewfewf.jpg

Il viaggio a Cortona era previsto da qualche mese per vedere la mostra La scoperta di Ercolano. Marcello Venuti: politica e cultura fra Napoli e Cortona, allestita a Palazzo Casale, sede del MAEC – Museo dell’Accademia Etrusca della città di Cortona. Sono andato giovedì 18 aprile. A metà del ‘700 Marcello Venuti per primo (poi lo seguiranno altri membri della famiglia, tra cui Ridolfino, Domenico) fu accolto a Napoli dal nuovo re Borbone, Carlo III, con...

https://lacittaimmaginaria.com/wp-content/uploads/2019/04/btgtrg54g54g44.jpg

Percorrendo via Nicola Zabaglia, al civico 24, si incontra l’area protetta del monte dei cocci. Questa collina, 50 metri sopra il livello del mare (e 30 metri più alta rispetto all’area circostante), rappresenta la prima discarica di Roma. Contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, il monte non ha un’origine naturale, bensì è composto da ben 53 milioni di frammenti di anfore. A questo punto è doveroso fare un piccolo passo indietro e precisare che...